NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google"). Google Analytics utilizza dei "cookies", che sono file di testo che vengono depositati sul computer del navigatore per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web da parte dell'utente (compreso il suo indirizzo IP) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare l'utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non assocerà l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'utente può rifiutarsi di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul proprio browser, ma ciò potrebbe impedirgli di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web. Utilizzando il presente sito web, l'utente acconsente al trattamento dei suoi dati da parte di Google per le modalità e i fini sopraindicati.
Modalità del trattamento
I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.
Diritti degli interessati
I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l'origine, verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione o l'aggiornamento, oppure la rettificazione (art. 7 del d.lgs. n. 196/2003). Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento.

immagine non disponibile
Slider

Non un semplice augurio di prammatica ma piuttosto la voglia di lanciare un segnale ben preciso a tutto il mondo della scherma e gettare un seme per il futuro. Questo il senso della visita in Salento del Presidente della Federazione Italiana Scherma Giorgio Scarso, che ha voluto incontrare le Società pugliesi per i tradizionali auguri di fine anno proprio nel punto più a sud dell’intero movimento schermistico regionale. A fare gli onori di casa il presidente del Club Scherma Lecce, Sari Greco «La sua presenza qui tra noi – ha detto rivolgendosi al Presidente Scarso – è il regalo più bello per i nostri dieci anni di attività. In questo lasso di tempo abbiamo compiuto grandi sacrifici ma la spinta è stata una grande passione per questo sport e da questa giornata ripartiremo con rinnovata speranza fiducia per il futuro». Il Presidente del Comitato Regionale Puglia Matteo Starace ha sottolineato il valore dell’incontro: «Questo appuntamento dimostra la vitalità della scherma in tutto il territorio pugliese. Questo però non può e non deve essere motivo di appagamento ma lo sprone per proseguire uniti nel nostro cammino verso risultati sempre migliori, a cominciare dai prossimi appuntamenti e dall’assegnazione dei titoli di campione regionale». Il Presidente federale ha lanciato un messaggio molto chiaro «Ho voluto fortemente questo incontro qui a Lecce proprio per testimoniare che la nostra Federazione è ovunque nel nostro Paese si pratichi la scherma. E l’impegno ed il rispetto sono uguali dappertutto: per tutti, da Bressanone a Lampedusa, devono esserci pari opportunità, pari diritti e pari doveri. Non è un caso che il 95% degli atleti nel giro delle Nazionali azzurre di scherma provenga da realtà medio-piccole. Il nostro sistema deve essere inclusivo per superare ogni distinzione, che sia di natura geografica, sociale, di genere o di qualsiasi altro tipo. Un esempio arriva dai recenti Mondiali Paralimpici di Roma, che sono stati un grande successo non solo per i risultati ottenuti ma soprattutto per il messaggio che hanno trasmesso. Il fatto che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ci abbia voluto accogliere al Quirinale testimonia l’impegno che la scherma italiana sta compiendo proprio verso questa idea di inclusione». Un ringraziamento speciale è stato rivolto, oltre ai Maestri ed alle Società che a prezzo di notevoli sacrifici muovono migliaia di atleti ogni settimana, soprattutto alle famiglie «Voi ci affidate i vostri figli – ha sottolineato il Presidente Scarso – e questa è per noi una grande responsabilità. Il vostro atto di fiducia deve essere da noi ricambiato con l’impegno a fare di questi ragazzi gli uomini e le donne di domani educandoli ai valori che il nostro sport vuole trasmettere. Le nostre attenzioni sono rivolte soprattutto ai più giovani: è per questo che il nostro sguardo si proietta ben oltre le Olimpiadi di Tokyo 2020 ma arriva molto più lontano, se si tiene conto che alle nostre prove Under 14 partecipano quei ragazzi e quelle ragazze che rappresenteranno l’Italia ai Giochi del 2032!». Il Presidente FIS ha rivolto infine un messaggio all’amministrazione locale di Lecce, nella circostanza rappresentata dall’Assessore allo sport Paolo Foresio «L’Italia include tutti e tutti devono poter avere la soddisfazione di partecipare o organizzare eventi di alto profilo. Il mio auspicio è che, così come è accaduto a Foggia, anche Lecce possa abituarsi ad ospitare gare nazionali e credo ci siano tutte le condizioni affinché ciò avvenga». L’incontro con i rappresentanti dei club pugliesi è stata anche l’occasione per fare il punto della situazione verso il grande appuntamento dei Campionati Europei Cadetti Foggia 2019. Al riguardo ha preso la parola il presidente del Comitato Organizzatore Renato Martino, presidente della Commissione Immagine «Il nuovo anno è ormai alle porte ma siamo già proiettati verso questo obiettivo degli Europei Cadetti 2019: un evento che riguarda tutto il territorio e porterà in Puglia oltre 1300 atleti in rappresentanza di 45 delegazioni. La road map tracciata dal Presidente Scarso è ben delineata e vedrete che ci faremo trovare pronti per questo straordinario appuntamento». Al termine dell’incontro il Presidente Giorgio Scarso, con grande disponibilità, si è sottoposto al simpatico “fuoco di fila” di domande che gli hanno rivolto i piccoli schermidori del Club Scherma Lecce, nella circostanza improvvisatisi intervistatori, per chiudere in un clima davvero di festa un happening con cui da Lecce si è levato idealmente un messaggio di buone feste per tutta la scherma italiana.

Abbiamo 146 visitatori e nessun utente online

Partner