NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google"). Google Analytics utilizza dei "cookies", che sono file di testo che vengono depositati sul computer del navigatore per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web da parte dell'utente (compreso il suo indirizzo IP) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare l'utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non assocerà l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'utente può rifiutarsi di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul proprio browser, ma ciò potrebbe impedirgli di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web. Utilizzando il presente sito web, l'utente acconsente al trattamento dei suoi dati da parte di Google per le modalità e i fini sopraindicati.
Modalità del trattamento
I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.
Diritti degli interessati
I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l'origine, verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione o l'aggiornamento, oppure la rettificazione (art. 7 del d.lgs. n. 196/2003). Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento.

immagine non disponibile
Slider

Belle soddisfazioni per la scherma pugliese nella seconda prova nazionale Giovani disputata a Roma in un appuntamento dai grandi numeri, con circa 1100 atleti impegnati in pedana. Spicca il terzo posto per Raffaele Minischetti del Club Scherma San Severo nella sciabola con un pizzico di rimpianto: il nostro atleta ha infatti ceduto in semifinale solo all’ultima stoccata nei confronti di Alberto Arpino delle Fiamme Rosse Vigili del Fuoco, vincitore della gara. Nei turni precedenti aveva messo in riga Giulio Cecere (Circolo Schermistico Mazarese) per 15-6, Flavio Mancini (Frascati Scherma) per 15-10, Nico Ferioli (Virtus Bologna) per 15-9 e Mattia Rea (Champ Napoli) nei quarti per 15-4. Accedono al tabellone principale anche Fabrizio Maria Scisciolo, 17°, ed Emanuele Nardella del Club Scherma San Severo (28^) che da piccolo Cadetto desta un’ottima impressione tanto da essere fermato solo dal futuro vincitore Alberto Arpino; in gara anche Ciro Buenza del Club Scherma San Severo, Marco Mastrullo e Roberto Bonsanto del Circolo Schermistico Dauno e Marco Domenico Pellegrino della Scherma Trani. Nella spada sale sul podio Giulio Gaetani, pugliese in forza all’Accademia Marchesa Torino, che mette in fila Emilio Lorito (Club Scherma Arezzo) per 15-2, Andrea Ursini (Club Scherma Roma) per 15-12, Yuri Ceccanti (Club scherma Navacchio) per 15-6, Domenico Caudo (Fiamme Oro) all’ultima stoccata, Alessandro Gabriolo (Isef “Meda” Torino) per 15-11 ed il compagno di squadra Luca Diliberto per 15-10 ma in semifinale incappa nello scatenato Davide Di Veroli (Verne Roma) che si impone per 15-3 ed andrà poi a vincere la prova; si fermano nel  turno che apre le porte al tabellone principale Antonio Salatino delle Lame Azzurre Brindisi e Francesco Pio Iandolo del Club Scherma Salerno, che ritroveremo poi nel fioretto; c’erano anche Federico Alfonso Rodia, Pietro Rinaldi e Samuele Erriquez delle Lame Azzurre Brindisi, Giorgio Lombardi ed Oleg Orlando del Club Scherma Lecce, Antonio Bottalico e Matteo Pio Di Bari dell’Accademia Re Manfredi, Filippo Scialanga ed Enrico Valente del Club Scherma Bari e Angelo Boccardi del Club Scherma Taranto. Ottava piazza per Gaia Carella nella sciabola femminile: è arrivata sino ai quarti di finale pur se ancora nei Cadetti e fermata da Alessia Di Carlo del Club Scherma Roma, impostasi per 15-6; in gara anche Federica Maria Scisciolo e Serena Pia D’Angelo del Circolo Dauno. Nel fioretto è ottavo l’oriundo foggiano Gabriele Cangelosi del Club Scherma Roma; buon 14° posto per Francesco Pio Iandolo, tesserato per il Club Scherma Salerno, che supera tre turni della diretta ma si ferma all’ultima stoccata negli ottavi contro Tommaso Lombardi della Fides Livorno; gli altri nostri erano Francesco Fiore del Club Scherma Bari, Marco Virgilio del Circolo Schermistico Dauno, Andrea Annicchiarico del Circolo della Scherma Brindisi e Matteo Patrone. Completano le spadiste Mariella Gigliola e Chiara Maria Maestoso delle Lame Azzurre Brindisi e Liliana Verdesca ed Alice Rita Spagnolo del Club Scherma Lecce. Il Presidente invia a tutti l’incoraggiamento ad aumentare l’impegno per il prosieguo della stagione!

Abbiamo 565 visitatori e nessun utente online

Partner