NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google"). Google Analytics utilizza dei "cookies", che sono file di testo che vengono depositati sul computer del navigatore per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web da parte dell'utente (compreso il suo indirizzo IP) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare l'utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non assocerà l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'utente può rifiutarsi di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul proprio browser, ma ciò potrebbe impedirgli di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web. Utilizzando il presente sito web, l'utente acconsente al trattamento dei suoi dati da parte di Google per le modalità e i fini sopraindicati.
Modalità del trattamento
I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.
Diritti degli interessati
I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l'origine, verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione o l'aggiornamento, oppure la rettificazione (art. 7 del d.lgs. n. 196/2003). Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento.

immagine non disponibile
Slider

La sciabola pugliese domina con le vittorie di Luigi Samele e Martina Criscio. Nel tabellone maschile l’atleta delle Fiamme Gialle batte in sequenza Michele Gallo del Club Scherma Salerno per 15-2, Edoardo Ramunno (Frascati Scherma) per 15-5, Emanuele Marronaro (anch’egli Frascati Scherma) per 15-3, Luigi Miracco dei Carabinieri per 15-13, Luca Curatoli delle Fiamme Oro all’ultima stoccata ed in finale Riccardo Nuccio parimenti delle Fiamme Oro per 15-13; approdano al tabellone principale anche Fabrizio Maria Scisciolo della Virtus Bologna e Ciro Buenza del Club Scherma San Severo, mentre si fermano a un passo del main draw Francesco D’Armiento delle Fiamme Gialle, Francesco Bonsanto delle Fiamme Oro, Davide Nicassio del Club Scherma Torino, Nicola De Meo dell’Accademia Musumeci Greco, Emanuele Nardella del Club Scherma San Severo e Marco Mastrullo del Circolo Schermistico Dauno; l’elenco dei pugliesi è completato dall’altro rappresentante del Dauno, Arnaldo Piserchia. Martina Criscio spadroneggia sin dalle prime battute la gara femminile: prima dopo la fase a gironi e per questo ammessa direttamente al tabellone principale, l’atleta del Club Scherma San Severo e, militarmente, del Gruppo Sportivo dell’Esercito, travolge Emilia Pastorelli del Club Scherma Torino per 15-6, Maria Paola Pliego Lara del Club Scherma Roma per 15-8, Michela Battiston dell’Aeronautica Militare per 15-10, Eloisa Passaro delle Fiamme Oro per 15-8 ed in finale la compagna del Gruppo Sportivo Esercito Chiara Mormile ancora col punteggio di 15-8;  in gara anche le pugliesi Federica Maria Scisciolo della Vortus Bologna e Roberta Annicchiarico del Club Scherma Torino. Sale sul podio Giulio Gaetani, attualmente tesserato per l’Accademia Marchesa Torino, secondo nella gara di spada che presentava ai nastri di partenza ben 260 schermidori: l’atleta salentino ha sconfitto Lorenzo Budani delle Lame Trevigiane per 15-6, Pietro Rinaldi delle Lame Azzurre Brindisi per 15-11, Gennaro Maria Vitelli del Club Schermistico Partenopeo per 15-7, Amodio Matteo Maisto (anche lui dello stesso club napoletano) per 15-10, l’olimpionico di Pechino 2008 Matteo Tagliariol dell’Aeronautica Militare all’ultima stoccata e Michele Niggeler del Piccolo Teatro Milano per 15-7 ma in finale si è arreso a Lorenzo Buzzi del Gruppo Sportivo Esercito col punteggio di 15-7. Approda ai quarti di finale Andres Marcel Carrillo Ayala del Club Scherma Bari che supera Alessandro Pandiani (Piccolo Teatro Milano) per 15-9, Alessandro Fiamingo del Circolo Scherma Imola per 15-13, Andrea Russo del Club Scherma Formia sempre per 15-13 e Cristiano De Servi (Pro Patria Busto Arsizio) per 15-10 ma viene stoppato per 15-11 da Alessio Preziosi del Piccolo Teatro Milano e chiude ottavo. Nella stessa prova sfiorano l’accesso al tabellone principale Mattia Loiacono del Club Scherma Taranto, Pasquale Capuano e Alessio Buono del Club Scherma Bari e il brindisino Pietro Rinaldi, fermato come detto proprio da Giulio Gaetani; in pedana anche Camilo Bory Barrientos e William Venza del Club Scherma Taranto, Vito Capuano del Club Scherma Bari, Federico Alfonso Rodia ed Antonio Salatino delle Lame Azzurre Brindisi e Giorgio Lombardi del Club Scherma Lecce. Nel fioretto raggiunge gli ottavi Jesus Riano Torres del Club Scherma Bari, chiudendo sedicesimo, con Francesco Pio Iandolo 24°; c’erano anche Francesco Fiore del Club Scherma Bari e Andrea Annichiarico del Circolo della Scherma Brindisi. Nel tabellone di fioretto femminile ha partecipato Ludovica Di Mola del Circolo Schermistico Dauno. Nella spada femminile accede al tabellone principale Claudia Beatrice Bagnato del Club Scherma Bari; ricordiamo anche Mariella Gigliola, Chiara Spedicato, Mariana Morciano e Chiara Maria Maestoso, tutte delle Lame Azzurre Brindisi. Vivissimi complimenti ai nostri campioni ed, a tutti gli altri, un incentivo per un proficuo impegno dal Presidente e dai Consiglieri Regionali pugliesi.

Abbiamo 106 visitatori e nessun utente online

Partner