NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google"). Google Analytics utilizza dei "cookies", che sono file di testo che vengono depositati sul computer del navigatore per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web da parte dell'utente (compreso il suo indirizzo IP) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare l'utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non assocerà l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'utente può rifiutarsi di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul proprio browser, ma ciò potrebbe impedirgli di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web. Utilizzando il presente sito web, l'utente acconsente al trattamento dei suoi dati da parte di Google per le modalità e i fini sopraindicati.
Modalità del trattamento
I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.
Diritti degli interessati
I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l'origine, verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione o l'aggiornamento, oppure la rettificazione (art. 7 del d.lgs. n. 196/2003). Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento.

immagine non disponibile
Slider

Dopo Bari, Lecce e Manduria il progetto “Una stoccata per la vita – Fencing for Change” approda anche a Brindisi in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “John Kennedy” del Rione Casale. Il protocollo d’intesa sottoscritto lo scorso mese di giugno dal Comando Militare Esercito “Puglia”, dal Comitato Regionale Federscherma Puglia, dalla Conferenza Episcopale Pugliese, dall’Università degli Studi “Aldo Moro” e dall’Ufficio Scolastico Regionale con il patrocinio della Regione Puglia, della Città di Bari e della Coni Puglia, ha finora coinvolto circa 600 studenti delle scuole pugliesi in un progetto che ha lo scopo di diffondere gratuitamente la pratica della scherma in quanto strumento di convivenza civile, mezzo di inclusione sociale e veicolo di valori fondamentali come l’educazione al rispetto delle regole.

Gli onori di casa sono stati curati dalla dottoressa Mina Fabrizio, Dirigente dell’Istituto Comprensivo “JonhKennedy” «Nella scuola – ha dichiarato – si formano i futuri cittadini: è qui che si apprendono le regole della vita e lo sport ci può essere di grande aiuto essendo per l’appunto una manifestazione umana che si svolge attraverso l’osservanza delle regole. In particolare la pratica della scherma, che in ambito scolastico rappresenta un elemento di novità, ci ha fortemente stimolato ed attraverso questo progetto, che sarà condotto in collaborazione con il Maestro Flavio Zumbo delle Lame Azzurre Brindisi, abbiamo coinvolto 25 alunni che hanno manifestato da subito grande entusiasmo».

Il Vice Presidente del Comitato Regionale FIS Puglia Roberto Lippolis, che ha portato il saluto del Presidente Matteo Starace impegnato a Verona in occasione dei Campionati del Mondo Cadetti e Giovani, ha ripercorso le tappe di un protocollo d’intesa partito da Bari ed ora allargatosi a macchia d’olio anche nelle altre province pugliesi: «La pratica della scherma può essere uno stimolo per partecipare con maggiore interesse alle attività scolastiche ed in questo senso può essere d’aiuto a prevenire il fenomeno della dispersione scolastica.

Qui a Brindisi la scherma vanta una lunga e gloriosa tradizione e sono certo che il nostro sport saprà appassionare questi ragazzi!». «L'obiettivo è quello di coinvolgere tutta la Regione – spiegano i rappresentanti del Comando Militare Esercito “Puglia” agli ordini del Generale di Brigata Mauro Prezioso – ed è per noi motivo di grande soddisfazione far conoscere l’opera delle Forze Armate nel tessuto sociale ed in contesti diversi di quelli strettamente operativi: guardiamo con grande interesse allo sport, inteso anzitutto come strumento per la trasmissione di valori che vanno ben al di là della semplice cura del benessere fisico». La presentazione del progetto si è conclusa con una dimostrazione di scherma a cura degli atleti delle Lame Azzurre Brindisi Miriana Morciano, Mariella Gigliola e Nicolò Morciano sotto l’attenta guida del Maestro Flavio Zumbo.

Abbiamo 83 visitatori e nessun utente online

Partner