NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google"). Google Analytics utilizza dei "cookies", che sono file di testo che vengono depositati sul computer del navigatore per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web da parte dell'utente (compreso il suo indirizzo IP) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare l'utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non assocerà l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'utente può rifiutarsi di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul proprio browser, ma ciò potrebbe impedirgli di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web. Utilizzando il presente sito web, l'utente acconsente al trattamento dei suoi dati da parte di Google per le modalità e i fini sopraindicati.
Modalità del trattamento
I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.
Diritti degli interessati
I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l'origine, verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione o l'aggiornamento, oppure la rettificazione (art. 7 del d.lgs. n. 196/2003). Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento.

immagine non disponibile
immagine non disponibile
immagine non disponibile
immagine non disponibile
Slider

Cadetti sciabola e fioretto: nomi e numeri delle gare in programma a San Severo e a Bari

Doppio appuntamento in Puglia per le gare nazionali Cadetti, con la sciabola di scena a San Severo al Palazzetto Oberdan Marchegiani con 231 iscritti ed il fioretto al Palaflorio di Bari con quasi 350 partecipanti. A San Severo si inizia sabato alle 11.00 con la gara femminile e con sette protagoniste pugliesi: Martina Giancola del Club Scherma San Severo, Aleida Didonato, Eliana Nappi e Giada Palumbo del Circolo Schermistico Dauno, Arianna Rita Catanzaro, Nilde Specchio e Rossella Aurora Tursi della Scherma Trani. Tra le big in gara spicca il nome della campionessa italiana in carica Benedetta Fusetti del Petrarca Padova, vincitrice del titolo tricolore nello scorso mese di maggio a Lecce. Domenica alle 11.00 scatta la gara maschile con quindici pugliesi: l’atleta di casa Matteo Samuele Masi, il lotto del Circolo Schermistico Dauno comprendente Vincenzo Cannelonga, Davide Cicchetti, Nicola Pio Guascito, Andrea Guida, Marco Mastrullo, il campione europeo di categoria Emanuele Nardella, Arnaldo Piserchia e Davide Ricciardi ed ancora Alessandro Chieppa, Pietro Fabiano, Francesco Daniel Mascolo, Marco Rutigliano, Massimo Toscano e Gabriele Vetturi in rappresentanza della Scherma Trani. Al Palaflorio di Bari si comincia sabato mattina alle 9 col fioretto maschile che vede in gara Giammaria Biffi e Simone Caporusso del Club Scherma Bari ed Emmanuel Venturini del Daunia Fencing Club. Tra i protagonisti più attesi Giuseppe Franzoni del Club Scherma Roma, che ha sfiorato il podio agli Europei di Foggia in febbraio, e l’altro azzurro Damiano Di Veroli, in forza al Verne Roma. Domenica, sempre con inizio alle 9, la gara femminile con Rebecca Maria D’Alonzo del Club Scherma Bari, Lara D’Agnano del Circolo della Scherma Brindisi e, tra le altre, la campionessa europea Matilde Calvanese del Club Scherma Jesi e Margherita Lorenzi del Comini Padova, bronzo alla rassegna continentale disputata a Foggia. Agli amici provenienti da tutta Italia un caloroso benvenuto in Puglia; agli atleti della nostra regione un grosso in bocca al lupo da parte del Presidente del Comitato Regionale della Federscherma Puglia Matteo Starace a nome dell’intero Consiglio!

Puglia capitale della scherma: Cadetti nel fine settimana a Bari per il fioretto ed a San Severo per la sciabola

Nel fine settimana riflettori puntati sulla Puglia, dove si disputeranno in contemporanea le prime prove stagionali per i Cadetti di fioretto (a Bari) e di sciabola (a San Severo). La Sala Giunta del Palazzo di Città di Bari ha ospitato la conferenza stampa di presentazione alla presenza del vertice federale Giorgio Scarso, del Presidente del Coni Puglia Angelo Giliberto, del Presidente del Comitato Regionale della Federscherma Matteo Starace, di Roberto Lippolis nella duplice veste di Presidente del Comitato Organizzatore e di vice presidente del Comitato Regionale, del presidente del Club Scherma Bari Andres Marcel Carrillo Ayala e dell’Assessore allo Sport del Comune di Bari Pietro Petruzzelli; questi ha fatto gli onori di casa ringraziando la Federazione ed il Club Scherma Bari per aver organizzato un evento così prestigioso come quello che si terrà sabato e domenica sulle pedane del Palaflorio. Ad introdurre gli ospiti è stato il Presidente della Commissione Immagine federale Renato Martino. Dopo il cenno di saluto del Presidente Giliberto, che ha sottolineato come il duplice evento di Bari e San Severo evidenzi le capacità organizzative dei dirigenti delle società pugliesi, è intervenuto Matteo Starace per porgere tre ringraziamenti: «A Renato Martino che mi ha lasciato in eredità un Comitato Regionale agevole da gestire, al Club Scherma Bari per gli importanti risultati che sta ottenendo sul piano tecnico ed organizzativo e soprattutto al Presidente Giorgio Scarso che ha sempre creduto nella scherma pugliese con la sua speciale vicinanza, affettuosa e concreta». Roberto Lippolis ha ricordato come Bari abbia raccolto in corsa il testimone dell’organizzazione facendosi trovare pronta per ospitare una gara originariamente prevista a Foggia ma che poi, per ragioni logistiche, è stata dirottata sul capoluogo pugliese: «Siamo onoratissimi di poter ospitare per la prima volta nella nostra città un evento agonistico di questo respiro, che vedrà la partecipazione di oltre quattrocento atleti provenienti da tutta Italia: avremo inoltre la gioia di poter accogliere la leggendaria Valentina Vezzali quale rappresentante del Consiglio Federale. Inoltre, in contemporanea, Bari ospiterà anche la seconda tappa dei due circuiti di spada denominati Trofeo del Sabato e “Lui & Lei”: sarà sicuramente una vetrina molto importante per la nostra città». Un concetto ripreso ed approfondito nel suo intervento dal Presidente della Federazione Italiana Scherma Giorgio Scarso: «La mia presenza in questa sede testimonia l’interesse che la FIS ha per il territorio della Puglia, una regione che ha una gran  voglia di mettersi in gioco e che  lo ha  dimostrato  quest’anno  con l’organizzazione dei Campionati Europei Cadetti e Giovani e Foggia e dei Campionati Italiani per le medesime categorie a Lecce: eventi che attestano come in Puglia si possa fare bene, anzi meglio che altrove. Per questo motivo, una volta venuta meno la sede di Foggia, si è ritenuto di non spostare in altre regioni le gare di fioretto e di puntare su Bari: questo significa fare scelte politiche di apertura per dare l’occasione alle realtà locali di dimostrare le potenzialità organizzative che ci sono sul territorio e di creare un beneficio per l’economia del posto. Bari in particolare ha tutte le carte in regola per poter puntare, in futuro, all’organizzazione di eventi di portata internazionale. La scherma è uno sport che rappresenta l’Italia a tutto tondo, da Mazara del Vallo a Bressanone, ed il Club Scherma Bari rappresenta un felice esempio di integrazione grazie al percorso di un Maestro prestigioso come Andres Carrillo, proveniente da Cuba, arrivato in questa città e da qualche tempo divenuto il presidente del Club Scherma Bari. Sotto il profilo tecnico, le gare che si terranno in Puglia in questo fine settimana sono di grande importanza poiché rappresentano l’investimento che la Federazione compie sui giovani: quando ci chiedono i motivi della straordinaria continuità di successi della scherma italiana, rispondo che uno dei fattori è proprio la grande attenzione che rivolgiamo ai Giovani, ai Cadetti ed agli Under 14». Le gare Cadetti di fioretto si disputeranno, come detto, al Palaflorio di Bari: sabato con inizio alle 9.00 è in programma la gara maschile mentre domenica, stesso orario, è la volta del tabellone femminile. Al Palazzetto Oberdan Marchegiani di San Severo tireranno invece i Cadetti di sciabola, che saranno circa 250: sabato alle 11.00 scatta la prova femminile, domenica alle 11.00 quella maschile. Il Presidente Matteo Starace ringrazia il Presidente Giorgio Scarso e tutti gli intervenuti all’evento di presentazione

Tris pugliese a Bastia Umbra: primo Samele, seconda Criscio, terzo Gaetani

A Bastia Umbra, in occasione della prima prova nazionale open alle 6 Armi, la scherma pugliese fa tris: primo posto per Luigi Samele, secondo per Martina Criscio e terzo per il diciannovenne spadista Giulio Gaetani, nativo di Lecce ed attualmente tesserato per l’Accademia Marchesa di Torino, cresciuto schermisticamente in Puglia. Gaetani ha esordito in tabellone regolando 15-8 Marcello Carta del Piccolo Teatro Milano poi ha messo in riga Alberto Amenta (Catania Scherma) per 15-7, Luca Murana (Club Scherma Val d’Elsa) per 15-13, Marco Molluso (Giulio Verne Roma) per 15-5, Edoardo Munzone (Roma Fencing) all’ultima stoccata e Federico Vismara delle Fiamme Azzurre nei quarti, ma in semifinale è stato superato col punteggio di 15-10 da Davide Di Veroli delle Fiamme Oro, poi vincitore della gara; altri due nostri centrano il prestigioso obiettivo del tabellone principale, a fronte di ben 383 partecipanti: Vito Capuano del Club Scherma Bari, diciassettesimo, e Pietro Rinaldi delle Lame Azzurre Brindisi, venticinquesimo; in gara anche William Venza, Federico Alfonso Rodia, Vincenzo Santilio del Club Scherma Taranto, Corrado Verdesca e Mattia Ghidotti delle Lame Azzure Brindisi, Spiridione De Martino e Filippo Scialanga del Club Scherma Bari e Giorgio Lombardi del Club Scherma Lecce. Si ferma ad un passo dal gradino più alto del podio Martina Criscio - nella prova con 161 sciabolatrici - che dopo un’esaltante cavalcata cede col punteggio di 15-10 in finale al cospetto di Irene Vecchi delle Fiamme Gialle; nei turni precedenti aveva superato nell’ordine Martina Giancola del Club Scherma San Severo per 15-5, Federica Guzzi Susini del Club Scherma Torino per 15-9, Beatrice Dalla Vecchia (Champ Napoli) all’ultima stoccata, la compagna di Nazionale Rossella Gregorio dei Carabinieri per 15-13 ed in semifinale Sofia Ciaraglia delle Fiamme Oro ancora per 15-14; c’erano anche Gaia Carella del Champ Napoli, la già ricordata Martina Giancola del Club Scherma San Severo, Emanuela Caricchia, Serena Pia D’Angelo, Eliana Nappi ed Aleida Didonato del Circolo Schermistico Dauno, Federica Maria Scisciolo della Virtus Bologna e la foggiana del Club Scherma Torino Roberta Annicchiarico. La gioia più grande arriva col successo di Luigi Samele: lo sciabolatore foggiano delle Fiamme Gialle, campione d’Italia in carica, prevale su 185 atleti, dopo aver esordito nella diretta battendo 15-3 lo sloveno Tej Zavirsek poi ha sconfitto uno dopo l’altro Marco Abate (Champ Napoli) per 15-8, Leonardo Tocci (Frascati Scherma) per 15-7, Fabrizio Marino (Virtus Bologna) per 15-12, Luigi Miracco dei Carabinieri per 15-7, Riccardo Nuccio delle Fiamme Oro in semifinale col punteggio di 15-9 poi in finale ha inflitto un pesante 15-5 al napoletano Luca Curatoli, anch’egli del gruppo sportivo della Polizia di Stato. Molto positivo il bilancio complessivo grazie al nono posto del carabiniere sanseverese Raffaele Minischetti, al decimo di Francesco Bonsanto delle Fiamme Oro  ed al diciannovesimo di Francesco D’Armiento delle Fiamme Gialle; il ricco plotone di sciabolatori della nostra regione era composto inoltre da Emanuele Nardella, Davide Cicchetti, Marco Mastrullo, Armando Piserchia, Ciro Buenza, Vincenzo Cannelonga, Alessandro Minna, Davide Ricciardi, Nicola Pio Guascito ed Andrea Guida del Circolo Schermistico Dauno, Matteo Samuele Masi del Club Scherma San Severo e Nicola De Meo delle Lame Tricolori. Nella spada femminile approda sino agli ottavi di finale Violeta Ramirez Peguero del Club Scherma Bari conquistando un onorevole sedicesimo posto su 262 spadiste; in pedana anche Miriana Morciano e Chiara Maria Maestoso delle Lame Azzurre Brindisi e Laura Lotti del Club Scherma Taranto, che ha partecipato anche alla prova di fioretto femminile. Nel fioretto maschile va registrata l’incoraggiante diciassettesima piazza - su 347 - per il foggiano del Club Scherma Salerno Francesco Pio Iandolo; vi erano inoltre: Andrea Annicchiarico in forza al Frascati Scherma, Francesco Fiore e Giammaria Biffi del Club Scherma Bari, Marco Virgilio del Daunia Fencing Club ed ancora Matteo Patrone ed Aristide Ferrante del Club Scherma Salerno. Il Presidente del Comitato Regionale della Federscherma Puglia Matteo Starace a nome dell’intero Consiglio formula vive felicitazioni a Gigi, Martina e Giulio per il grande risultato ed un grande riconoscimento agli atleti che si sono distinti nella Prima Prova Open

Prima prova nazionale alle 6 Armi, 50 pugliesi in gara a Bastia Umbra

Saranno oltre millecinquecento i partecipanti alla prima prova nazionale alle 6 Armi, in programma nel week end a Bastia Umbra: di questi, ben cinquanta sono pugliesi, suddivisi su tre giorni di gare. Si comincia venerdì con la spada maschile che vedrà in pedana Filippo Scialanga, Spiridione De Martino e Vito Capuano del Club Scherma Bari, Giorgio Lombardi del Club Scherma Lecce, Federico Alfonso Rodia, Vincenzo Santilio, William Venza ed Antonio Salatino del Club Scherma Taranto, Mattia Ghidotti, Pietro Rinaldi e Corrado Verdesca delle Lame Azzurre Brindisi ed il pugliese dell’Accademia Marchesa Torino Giulio Gaetani. Sabato tocca a spada femminile e fioretto maschile: le spadiste saranno Chiara Maria Maestoso, Liliana Verdesca, Chiara Spedicato e Miriana Morciano delle Lame Azzurre Brindisi, Violeta Ramirez Peguero del Club Scherma Bari e Laura Lotti del Club Scherma Taranto; i fiorettisti Giammaria Biffi e Francesco Fiore del Club Scherma Bari, Marco Virgilio del Daunia Fencing Club ed, in rappresentanza di Società di altre regioni, Andrea Annicchiarico (Frascati Scherma), Francesco Pio Iandolo, Matteo Patrone ed Aristide Ferrante (tutti e tre Club Scherma Salerno). Nella giornata di domenica sono in programma il fioretto femminile, con Laura Lotti del Club Scherma Taranto, e le due prove di sciabola: il tabellone maschile è quello con più atleti pugliesi (ben quindici) e annovera ai nastri di partenza Matteo Samuele Masi del Club Scherma San Severo, Ciro Buenza, Vincenzo Cannelonga, Davide Cicchetti, Nicola Pio Guascito, Marco Mastrullo, Alessandro Minna, Emanuele Nardella, Armando Piserchia e Davide Ricciardi (tutti del Circolo Schermistico Dauno), il sanseverese Raffaele Minischetti in gara con i Carabinieri ed i foggiani Francesco Bonsanto delle Fiamme Oro, Luigi Samele e Francesco D’Armiento delle Fiamme Gialle e Nicola De Meo delle Lame Tricolori. Nella sciabola femminile, infine, ci sono Martina Criscio del Gruppo Sportivo Esercito, Gaia Carella del Champ Napoli, Martina Giancola del Club Scherma San Severo, il quartetto del Circolo Schermistico Dauno formato da Emanuela Caricchia, Serena Pia D’Angelo, Aleida Didonato ed Eliana Nappi e Roberta Annicchiarico, in gara coi colori del Club Scherma Torino. A tutti i pugliesi in gara sulle pedane dell’Umbria un grandissimo in bocca al lupo dal Presidente del Comitato Regionale Federscherma Puglia Matteo Starace e dall’intero Consiglio!

Legnano, Ferrandina entra in tabellone

Va in archivio la prima prova nazionale Cadetti per gli spadisti. A Legnano, dove sono convenuti oltre settecento atleti dell’arma non convenzionale, il miglior risultato è di Lawrence Pascal Paolo Ferrandina del Club Scherma Bari che accede al main draw: dopo aver superato 15-4 Filippo Casalegno (Delfino Ivrea), Alberto Petrocca (Club Scherma Koala) all’ultima stoccata e Massimo Strufaldi (Scherma Pistoia) per 15-5, si ferma nei sedicesimi di finale per mano di Leonardo Morotti (Bergamasca Scherma) che si impone per 15-6 chiudendo quindi al 28° posto. Si ferma ad un passo dal tabellone principale Mattia Ghidotti delle Lame Azzurre Brindisi che dopo aver sconfitto 15-6 Leonardo Boi (Athos Cagliari) e 15-12 Sebastiano Bosso (Bergamasca Scherma) cede all’ultima stoccata nei confronti di Leonardo Seydel Maghalaes (Comini Padova). Gli altri pugliesi in gara erano i quattro atleti del Club Scherma Lecce Alessandro Demma, Andrea Amodio, Cesario Colitti e Riccardo Ingrosso, che si piazzano nell’ordine. In campo femminile sfiora l’accesso al tabellone principale Chiara Maria Maestoso delle Lame Azzurre Brindisi che supera i primi due turni della diretta battendo per 13-7 Emma Fortuna (San Paolo Milano) e per 15-7 Irene Monti (Nuovo Ambrosiano Milano) ma deve arrendersi a Cristiana Gentili (Grifo Perugia) col punteggio di 15-8 e chiude al 35° posto. Le altre erano le sue compagne di club Liliana Verdesca e Sofia Biscosi, Chiara Panzera e Lucrezia Orlando del Club Scherma Lecce, Jasmine Amidei del Club Scherma Taranto e Maria Emanuela La Torre del Daunia Fencing Club. La prima tappa del circuito nazionale Cadetti nelle altre due armi si terrà in Puglia il 26 ed il 27 ottobre: a San Severo è di scena la sciabola, a Bari il fioretto: due grandi appuntamenti assolutamente da non perdere! Vivissimi complimenti a Lawrence dal Presidente Matteo Starace e dal Consiglio pugliese.

Sottocategorie

Abbiamo 262 visitatori e nessun utente online

Partner