NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google"). Google Analytics utilizza dei "cookies", che sono file di testo che vengono depositati sul computer del navigatore per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web da parte dell'utente (compreso il suo indirizzo IP) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare l'utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non assocerà l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'utente può rifiutarsi di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul proprio browser, ma ciò potrebbe impedirgli di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web. Utilizzando il presente sito web, l'utente acconsente al trattamento dei suoi dati da parte di Google per le modalità e i fini sopraindicati.
Modalità del trattamento
I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.
Diritti degli interessati
I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l'origine, verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione o l'aggiornamento, oppure la rettificazione (art. 7 del d.lgs. n. 196/2003). Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento.

immagine non disponibile
Slider

Trionfa il Club Scherma Bari promosso nella A1 di spada maschile!

Ottime notizie per la scherma pugliese da Caorle dove, contemporaneamente alla Coppa Italia, si sono disputati anche i campionati a squadre di Serie A2. Il Club Scherma Bari, grazie alla formazione composta da Vito Capuano, Alessio Buono, Andres Marcel Carrillo Ayala e Spiridione De Martino, ha ottenuto la promozione nella Serie A1 di spada maschile: la squadra del capoluogo ha sconfitto 45-34 il Koala Scherma, 45-35 l’Isef “Meda” Torino, 38-37 il Club Scherma Formia e 45-34 il Cus Pavia in finale; sale anche Giulio Gaetani con l’Accademia Marchesa Torino, terza classificata; lusinghiero settima posizione per il Club Scherma Taranto (Camilo Bory Barrientos, Mattia Loiacono, Vincenzo Santilio e William Venza), che ha superato al primo turno 45-43 il Bernardi Ferrara ma nel turno seguente è stato fermato sul 45-34 dal Club Scherma Formia. Nella sciabola femminile si salva il Club Scherma San Severo (con Roberta Ciffo, Martina D’Augelli e Cristina Pazienza) ma non riesce l’obiettivo al Circolo Schermistico Dauno (Serena Pia D’Angelo, Ester Morlino e Alessia Padalino); nella maschile, quinta posizione per  il Club Scherma San Severo (Ciro Buenza, Raffaele Minischetti, Ciro Tomaselli e Gaspare Lorenzo Venditti) che dopo un’ottima prima fase viene esentato dal primo turno della diretta ma cede nei quarti 45-42 con l’Accademia Musumeci Greco Roma, che pure aveva sconfitto nel girone di qualificazione; lusinghiera e meritata salvezza della Scherma Trani con Marco Domenico Pellegrino, Lucio Mauro Carenza, Biagio Capurso e Lorenzo Iadaresta.

Leggi tutto: Trionfa il Club Scherma Bari promosso nella A1 di spada maschile!

Caorle, tutti i risultati individuali in Coppa Italia Nazionale

Da evidenziare Fabrizio Maria Scisciolo 10° nella sciabola, Francesco Pio Iandolo 11° nel fioretto e Dalila Rinaldi sedicesima nella spada: tali piazzamenti consentono la prestigiosa partecipazione ai Campionati Assoluti di Gorizia. Nella sciabola, vi erano anche Nicola De Meo, Raffaele Minischetti, Davide Nicassio, Ciro Buenza Marco Domenico Pellegrino, Francesco Loporchio , Luca Guascito, Gaspare Lorenzo Venditti e Lorenzo Iadaresta. Nel fioretto, oltre a Francesco Pio Iandolo del Club Scherma Salerno, si ferma alle soglie del tabellone principale Gabriele Cangelosi; nei turni precedenti si erano arenati Aristide Ferrante (Club Scherma Salerno), Andrea Annicchiarico (Circolo della Scherma Brindisi), Matteo Patrone (Club Scherma Carloalberto Lotti), Jesus Riano Torres e Francesco Fiore (Club Scherma Bari); non riescono a superare la fase a gironi invece Marco Virgilio (Circolo Schermistico Dauno) e Roberto Ronzulli (Club Scherma Bari). Va sottolineato il miglior piazzamento per un club pugliese con il 16° posto di Dalila Rinaldi delle Lame Azzurre Brindisi nella spada; sfiora l’accesso al tabellone principale Miriana Morciano, compagna di club di Dalila Rinaldi, più indietro Mariella Gigliola, Chiara Spedicato e Carla Marta De Sicot (anche loro Lame Azzurre Brindisi), Claudia Beatrice Bagnato e Saba Maiorano, Eleonora Chiruzzi e Myriam Lucrezia Lecito del Club Scherma Bari. Nella spada maschile Vito Capuano si è fermato nei sedicesimi; nel turno precedente, hanno lasciato il passo Giulio Gaetani dell’Accademia Marchesa Torino e Pietro Rinaldi delle Lame Azzurre Brindisi; più indietro, della stessa sala, Samuele Di Coste, Antonio Salatino e Samuele Erriquez, oltre a William Venza e Vincenzo Santilio del Club Scherma Taranto, Umberto Serafino dell’Accademia Re Manfredi, Spiridione De Martino ed Alessio Buono del Club Scherma Bari. Non passano il taglio dopo la fase a gironi Camilo Bory Barrientos e Dario Grassi del Club Scherma Taranto, Federico Alfonso Rodia delle Lame Azzurre Brindisi, Francesco Pellegrini, Filippo Scialanga e Roberto Lippolis del Club Scherma Bari.

Leggi tutto: Caorle, tutti i risultati individuali in Coppa Italia Nazionale

Coppa Italia e Serie A2 a Caorle, grandi numeri per la Puglia

Chiusa la grande festa della scherma giovanile con un ottimo bilancio, la Puglia torna in pedana a Caorle per la Coppa Italia Nazionale ed i Campionati a squadre di Serie A2. Folta come sempre la presenza di atleti della nostra regione.  Nelle gare di Coppa, avremo nel fioretto Francesco Fiore, Jesus Riano Torres e Roberto Ronzulli del Club Scherma Bari, Andrea Annicchiarico del Circolo della Scherma Brindisi, Matteo Patrone del Club Scherma Carloalberto Lotti, Marco Virgilio del Circolo Schermistico Dauno, Umberto Serafino dell’Accademia Re Manfredi ed altri tre militanti in società di altre regioni: Gabriele Cangelosi del Club Scherma Roma, Aristide Ferrante e Francesco Pio Iandolo del Club Scherma Salerno; tre saranno la fiorettiste, tutte del Circolo Schermistico Dauno: si tratta di Ludovica Di Mola, Maria Grazia Lattanzio e Zoe Marinaro; nella sciabola figurano Lorenzo Iadaresta e Marco Domenico Pellegrino della Scherma Trani, Ciro Buenza, Raffaele Minischetti e Gaspare Lorenzo Venditti del Club Scherma San Severo, oltre a cinque tesserati fuori regione: Fabrizio Maria Scisciolo (Virtus Bologna), Luca Guascito e Francesco Loporchio (Giardino Milano), Nicola De Meo (Club Scherma Roma) e Davide Nicassio (Club Scherma Torino; nella femminile iscritte Serena Pia D’Angelo, Alessia Padalino, Ester Morlino e Roberta Marchetti, tutte del Circolo Schermistico Dauno, oltre a Gaia Carella (Champ Napoli) e Roberta Annicchiarico (Club Scherma Torino); lungo l’elenco nella spada maschile con Andres Marcel Carrillo Ayala, Alessio Buono, Vito Capuano, Spiridione De Martino, Roberto Lippolis, Francesco Pellegrini e Filippo Scialanga del Club Scherma Bari; Samuele Di Coste, Samuele Erriquez, Pietro Rinaldi, Federico Alfonso Rodia ed Antonio Salatino delle Lame Azzurre Brindisi, Umberto Serafino dell’Accademia Re Manfredi, Camilo Bory Barrientos, Dario Grassi, Vincenzo Santilio e William Venza del Club Scherma Taranto, altresì Giulio Gaetani dell’Accademia Marchesa Torino; nella spada femminile parteciperanno Claudia Beatrice Bagnato e Saba Maiorano del Club Scherma Bari, Carla Marta De Sicot, Arianna Saracino, Mariella Gigliola, Miriana Morciano, Dalila Rinaldi e Chiara Spedicato delle Lame Azzurre Brindisi, Eleonora Chiruzzi e Myriam Lucrezia Lecito del Club Scherma Taranto. Nei tornei a squadre di Serie A2 la Puglia presenta sei squadre: nella spada maschile,  Club Scherma Bari (con Vito Capuano, Alessio Buono, Andres Marcel Carrillo Ayala e Spiridione De Martino) e Club Scherma Taranto (Camilo Bory Barrientos, Vincenzo Santilio, William Venza e Mattia Loiacono); nella sciabola maschile Club Scherma San Severo (Ciro Buenza, Raffaele Minischetti, Ciro Tomaselli e Gaspare Lorenzo Venditti) e Scherma Trani (Marco Domenico Pellegrino, Lucio Mauro Carenza, Biagio Capurso e Lorenzo Iadaresta); nella sciabola femminile, Circolo Schermistico Dauno (Ester Morlino, Alessia Padalino e Serena Pia D’Angelo) e Club Scherma San Severo (Roberta  Ciffo, Martina D’Augelli e Cristina Pazienza);

Leggi tutto: Coppa Italia e Serie A2 a Caorle, grandi numeri per la Puglia

Cala il sipario sul Gran Premio Giovanissimi 2017: bilancio lusinghiero per la Puglia

 È calato il sipario sulla 54ma edizione del Gran Premio Giovanissimi ed il bilancio per la scherma pugliese è assolutamente lusinghiero con due titoli italiani (le conferme nella sciabola per Davide Cicchetti del Circolo Schermistico Dauno fra i Giovanissimi ed Emanuele Nardella del Club Scherma San Severo tra gli Allievi), un secondo posto con Liliana Verdesca del Club Scherma Lecce nella spada Allieve ed un terzo posto con Gaia Carafa del Club Scherma San Severo nella sciabola Bambine. Inoltre, vi sono stati ben sette piazzamenti  negli otto, di cui quattro nella sciabola (con Nicola Pio Guascito del Circolo Schermistico Dauno nella categoria Ragazzi, Andrea Guida del Club Scherma San Severo tra gli Allievi, Martina Giancola del Club Scherma San Severo ed Aleida Didonato della Scherma Trani nelle Giovanissime), due nella spada (Michele Pio Castrignano dell’Accademia Re Manfredi tra gli Allievi e Chiara Panzera del Club Scherma Lecce per le Giovanissime) ed uno nel fioretto con Ilaria Olivieri dell’Accademia Re Manfredi nella categoria Bambine. In totale fa 11 atleti andati a premio in questa edizione: è il risultato migliore degli ultimi otto anni per la scherma pugliese! Il bilancio si completa con altri 7 atleti (sei di sciabola ed uno di spada) approdati agli ottavi ed altri 10 ai sedicesimi per un totale di 28 presenze pugliesi nei tabelloni finali. Se il Club Scherma San Severo ha prevalso con due medaglie, sono otto le Società che hanno portato almeno un atleta nel main draw: più rappresentato il Circolo Schermistico Dauno con 8 schermidori, davanti al Club Scherma San Severo con 7, Scherma Trani con 5, Club Scherma Lecce, Accademia Re Manfredi e Lame Azzurre Brindisi con 2, Accademia Scherma Lecce e Club Scherma Bari con uno a testa.

Leggi tutto: Cala il sipario sul Gran Premio Giovanissimi 2017: bilancio lusinghiero per la Puglia

La leccese Liliana Verdesca sfiora il titolo italiano

Grandi emozioni nella penultima giornata delle finali del Gran Premio Giovanissimi in corso di svolgimento a Riccione, in particolare con Liliana Verdesca del Club Scherma Lecce che ha sfiorato il titolo italiano nella spada Allieve: esentata dal primo turno della diretta, l’atleta salentina ha esordito in tabellone superando all’ultima stoccata Carolina Gastaldi del Circolo Scherma Savona poi è andata in discesa regolando 15-6 Ludovica Noto dell’Isef “Eugenio Meda” Torino, 15-13 Francesca Cherubini del San Giusto Trieste, 15-10 Chiara Maria Maestoso delle Lame Azzurre Brindisi in un derby tutto pugliese, 15-7 Lavinia Berardelli delle Fiamme Oro ed in semifinale Gaia Ginevra Comin dell’Isef “Meda” Torino per 15-8; palpitante e tiratissima la finale, che ha visto imporsi col minimo scarto Chiara De Piccoli dell’Accademia Marchesa Torino; da segnalare il 16° posto di Chiara Maria Maestoso, fermata negli ottavi dalla corregionale; in gara anche Giada Palumbo del Circolo Schermistico Dauno ed Alessandra Fumarola del Club Scherma Taranto. Podio sfiorato l’altra spadista del Club Scherma Lecce, Chiara Panzera, quinta classificata nelle Giovanissime: dopo aver sconfitto Marta Mariani (Scherma Ostia) per 9-7, Lara Cagiano (Club Scherma Valdera) per 10-6, Cecilia Morandini (Pro Patria Milano) per 10-5 e Sofia Di Masi (Accademia Marchesa Torino) all’ultima stoccata, la spadista leccese è stata fermata nei quarti da Caterina Auteri (Methodos Catania) col punteggio di 10-4; nella stessa prova sono scese in pedana anche Elena Polimeno dell’Accademia Scherma Lecce e Viola Barbato dell’Accademia Re Manfredi. Centra l’accesso al tabellone principale della spada Giovanissimi Lawrence Pascal Paolo Ferrandina del Club Scherma Bari, che si piazza 28°; a seguire gli altri pugliesi Alessandro Demma e Riccardo Ingrosso del Club Scherma Lecce e l’altro spadista del Club Scherma Bari Arcangelo Raffaele Fiore.

Leggi tutto: La leccese Liliana Verdesca sfiora il titolo italiano

Abbiamo 312 visitatori e nessun utente online

Partner