NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google"). Google Analytics utilizza dei "cookies", che sono file di testo che vengono depositati sul computer del navigatore per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web da parte dell'utente (compreso il suo indirizzo IP) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare l'utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non assocerà l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'utente può rifiutarsi di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul proprio browser, ma ciò potrebbe impedirgli di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web. Utilizzando il presente sito web, l'utente acconsente al trattamento dei suoi dati da parte di Google per le modalità e i fini sopraindicati.
Modalità del trattamento
I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.
Diritti degli interessati
I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l'origine, verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione o l'aggiornamento, oppure la rettificazione (art. 7 del d.lgs. n. 196/2003). Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento.

"Corso di Formazione ed Aggiornamento per Aspiranti ed Arbitri Pugliesi"

Bari 2 dicembre 2017
immagine non disponibile
Slider

Europei Cadetti 2019, il Comitato Organizzatore scalda i motori. Giorgio Scarso: «Un evento per promuovere il sistema Puglia»

In occasione del suo arrivo a Foggia per la conferenza di presentazione dalla gara nazionale Cadetti in programma presso il Quartiere Fieristico il 4 ed il 5 novembre, il Presidente federale Giorgio Scarso ne ha approfittato per incontrare il Comitato Organizzatore costituito in vista dei Campionati Europei Cadetti 2019 e fare il punto della situazione. «La Federazione ha il dovere, prima ancora che il diritto, di assecondare ed accompagnare il Comitato Organizzatore nel lavoro di programmazione di un evento così importante. Sappiamo per esperienza che la fase di avvio è sempre laboriosa perché vanno individuati ruoli, competenze ed attribuzioni. Nel caso di Foggia possiamo avvalerci della collaborazione di Regione, Comune, Camera di Commercio ed Ente Fiera: un ottimo punto di partenza verso la realizzazione di un obiettivo che, peraltro, richiede entro un mese e mezzo la piena disponibilità dell’impianto. Abbiamo la necessità di lavorare su dati certi ed è per questo motivo che, in occasione della ormai imminente gara Nazionali Cadetti di sciabola e fioretto, sarà a Foggia l’architetto Franco Barbagallo, Presidente della Commissione Impianti della Federscherma, per un primo sopralluogo delle strutture e per indicare tempi, costi ed esigenze, oltre a segnalare eventuali modifiche ed integrazioni. Una volta presentato il piano degli interventi si andrà ad individuare dal punto di vista istituzionale il rapporto fra il Comitato Organizzatore e l’Ente Fiera. Sarà fondamentale, inoltre, definire dettagliatamente un piano dei trasporti ed un piano della ricettività alberghiera perché stiamo parlando di un evento che vedrà la partecipazione di oltre 1300 atleti, ai quali andranno aggiunti tecnici ed accompagnatori, in rappresentanza di 45 delegazioni». Altro importante elemento di discussione è stato – chiarisce ancora il Presidente Giorgio Scarso - il coinvolgimento della Regione Puglia tramite l’agenzia Puglia Promozione «È fuor di dubbio che un tale evento rappresenta un formidabile strumento di promozione non solo in ambito sportivo ma per tutto il territorio, per la sua immagine, le sue eccellenze, i suoi prodotti tipici. Bisogna quindi saper cogliere l’occasione rappresentata dai Campionati Europei Cadetti per trasformarli in un qualificato momento di riferimento della Puglia produttiva e per promuovere il territorio nella sua interezza. In questo senso auspico che possa percepirsi un tangibile sostegno in termini economici da parte delle Regioni e dei Comuni: siamo consapevoli che le istituzioni sono chiamate a compiere attente valutazioni ma sappiamo anche la massima importanza del contributo degli enti locali, sempre nell’ottica della valorizzazione territoriale». In ogni caso il Presidente Scarso ha ravvisato la piena disponibilità da parte di tutti gli interlocutori «Il Presidente del COL Renato Martino ha sottolineato la necessità di avviare i motori della macchina organizzativa: i tempi stringono e c’è molto da fare. Anche il sindaco di Foggia Franco Landella mi è parso pienamente calato nella realtà organizzativa dell’evento e vedo che c’è da parte di tutti la presa di coscienza che è giunto il momento di dare un’accelerazione. Per natura sono ottimista ed in questa circostanza posso dirmi abbastanza fiducioso, ma la scherma è uno sport che ci insegna che non bisogna mai abbassare la guardia».

Verdesca ed Erriquez in evidenza a Novara fra i Cadetti di spada

A Novara, in occasione della prima prova nazionale di qualificazione, ottimo risultato per Samuele Erriquez delle Lame Azzurre Brindisi che si classifica al settimo posto: dopo aver regolato nell’ordine Giovanni Floris (Cus Cagliari) per 15-8, Aldo Cucciarelli (Club Scherma Foligno) per 15-13, Filippo Casillo (Pro Patria Milano) sempre per 15-13, Alessandro Pandiani (Piccolo Teatro Milano) per 15-12 e Riccardo Malavolti (Club Scherma Koala) con l’inusuale punteggio di 6-3, Erriquez si è fermato all’altezza dei quarti di finale per mano di Luca Tommaso Longo delle Fiamme Oro che si è imposto col punteggio di 15-9. Lo stesso Longo era stato fatale nel turno precedente a Giorgio Lombardi del Club Scherma Lecce che ottiene comunque un buon 15° posto. Accede al tabellone principale anche Pietro Rinaldi delle Lame Azzurre Brindisi che chiude 19° mentre si ferma a un passo dal main draw il suo compagno di club Federico Alfonso Rodia. A seguire gli altri pugliesi Filippo Scialanga del Club Scherma Bari, Antonio Bottalico e Michele Pio Castrignano dell’Accademia Re Manfredi, Mattia Sicoli delle Lame Azzurre Brindisi e gli altri due sipontini Pierluca Di Palma e Berardino Pio Giordano. Anche nella gara femminile, disputata domenica, una pugliese approda ai quarti: si tratta di Liliana Verdesca del Club Scherma Lecce che chiude con un eccellente sesto posto, specie in considerazione dell’appartenenza alla classe 2003: ha messo in riga Aurora Matola delle Fiamme Oro per 15-9, Silje Maria Bugna del Club Scherma Roma per 15-5, Sara Condorelli del Cus Catania per 15-9, Irene Viviani (Olcese Genova) per 15-12 ed Alice Spinelli delle Lame Trevigiane ancora per 15-12 ma si ferma per mano di Marta Lombardi del Cus Pavia, vittoriosa col medesimo punteggio. Le altre pugliesi  erano Letizia Orlando e Ludovica Montinaro del Club Scherma Lecce, Chiara Maria Maestoso, Arianna Saracino e Maria Chiara Ingrosso delle Lame Azzurre Brindisi e Saba Maiorano del Club Scherma Bari. Un grosso plauso a tutti i nostri Cadetti da parte del Presidente e dei Consiglieri. 

Foggia si prepara ad accogliere i Cadetti di fioretto e sciabola … con un occhio agli Europei del 2019

La sala riunioni del Circolo Schermistico Dauno ha ospitato la conferenza stampa di presentazione della prima prova nazionale Cadetti di fioretto e sciabola, che si disputerà sabato 4 e domenica 5 novembre a Foggia: cornice dell’evento sarà il Padiglione 71 della Fiera di Foggia, in una sorta di prova generale dei Campionati Europei Cadetti che proprio Foggia ospiterà nel 2019. E più volte il discorso ha sfiorato la rassegna continentale in programma tra diciotto mesi in Capitanata. Il presidente del Circolo Schermistico Dauno Antonio Tanzi ha reso gli onori di casa, ringraziando la Federazione Italiana Scherma per la rinnovata fiducia testimoniata dall’organizzazione di un evento importante «Stiamo raccogliendo i frutti di un percorso che abbiamo avviato anni fa quando abbiamo riunificato tutte le forze schermistiche di Foggia con l’obiettivo di proseguire nella gloriosa tradizione di una scuola che ha regalato alla nostra disciplina fior di campioni». Il sindaco di Foggia Franco Landella ha sottolineato come la gara del prossimo week end sia un preludio per testare la macchina organizzativa in vista della prestigiosa manifestazione in programma nella primavera 2019 «Si tratta di una sfida che non coinvolge solo Foggia ma tutto il territorio pugliese: rivolgo un appello alle forze del mondo produttivo ed economico affinché ci aiutino a far emergere le qualità migliori di una città che investe molto nello sport. Ringrazio pubblicamente il Presidente Giorgio Scarso per non averci mai fatto mancare il sostegno della Federazione, ma la mia riconoscenza va anche alle famiglie degli atleti per i sacrifici che compiono. La tradizione schermistica foggiana è motivo di orgoglio per tutti noi e ci adopereremo al massimo per tenere alto il buon nome della nostra scuola». Il Presidente del Comitato Regionale pugliese Matteo Starace, dando atto della meritata stima per tutta la scherma pugliese «La prima prova nazionale Cadetti sarà una sorta di test event in chiave logistica in vista del traguardo del 2019: la prossima settimana da Foggia passerà il futuro della scherma italiana e l’auspicio è di poter ulteriormente incrementare la partecipazione da parte dei più giovani. Anche perché, e in Puglia lo abbiamo dimostrato col progetto “Una stoccata per la vita”, gli eventi sportivi portano con sé un valore aggiunto in termini di cultura». Un’impostazione condivisa anche dal Presidente della Commissione Immagine della Federscherma Renato Clemente Martino, presente anche nella veste di Presidente del Comitato Organizzatore Foggia 2019 «L’avvenimento del prossimo fine settimana servirà anche per sperimentare la location della Fiera onde mettere a fuoco tutte le tematiche legate alla realizzazione di un avvenimento che ci vedrà ospitare oltre 1300 atleti in rappresentanza di 45 delegazioni estere: queste sono cifre che esaltano l’impegno che ci attende e che spiegano come queste competizioni sportive possano e debbano diventare uno strumento di promozione del nostro territorio e delle sue eccellenze». Il Presidente Giorgio Scarso ha riportato l’attenzione sulla gara di qualificazione Cadetti sottolineandone la rilevanza «Da questa gara passa la scherma italiana del futuro. Siamo una Federazione che guarda lontano e che pone grande attenzione soprattutto verso i più giovani: in particolare nelle fasce Under 14 e Under 20 nulla viene lasciato al caso ed in questo senso possiamo affermare che la nostra federazione fa scuola. Non sembri un’esagerazione dunque ritenere queste competizioni le più importanti nel nostro calendario nazionale. Colgo l’occasione per smentire le affermazioni di chi ritiene che i numeri siano in calo: a Novara, nella prova gemella di quella di Foggia e riservata alla spada, abbiamo registrato un 16% in più di iscrizioni. Voglio ringraziare particolarmente il sindaco di Foggia Franco Landella per l’attenzione che dedica allo sport e per essersi dimostrato sempre un interlocutore affidabile: ricordo sempre che il mondo della scherma ha bisogno del sostegno delle istituzioni ma deve porsi in modo da aiutare gli enti locali ad aiutarci. Queste occasioni rappresentano un servizio che rendiamo alla gioventù ed un’opportunità che offriamo al territorio attraverso lo sport».

Successi Internazionali per Pietro Rinaldi

Si è svolta a Budapest dal 22 al 23 ottobre 2017 la prima tappa del circuito europeo cadetti di spada maschile nel corso della quale lo schermidore brindisino della società Enel scherma Lame Azzurre Brindisi Piestro Rinaldi, convocato dalla federazione italiana scherma per difendere i colori dell’Italia, ha conquisto la medaglia di bronzo individuale e la medaglia d’oro a squadre. Alla prova hanno partecipato ben 17 nazioni con 280 partecipanti. Nella fase a gironi Rinaldi ha ottenuto 4 vittorie e 2 sconfitte piazzandosi al posto numero 62 della classifica generale, superando di diritto il primo turno di eliminazione diretta.Nel corso della prima diretta per l’accesso al tabellone a 256, egli ha sconfitto lo svedese Novorolnik per 15-2, nella seconda si è imposto sul romeno Zarnescu per 15-8, nella terza, per l’ingresso nei 64, ha sconfitto il compagno azzurro Maisto per 15-14; ottenuto il passaggio al tabellone principale ha superato prima l’ungherese Galantai per 15-8, poi, in un’altro derby tutto italiano, con l’azzurro Piatti ha prevalso 15-11, poi l’ucraino Kariychenko per 15-10, sino alla semifinale ove prevaleva l’italiano Greco per 15-9, vincitore della prova. Alla competizione ha partecipato anche Samuele Erriquez sfiorando l’accesso al tabellone dei 32. Attendiamo Pietro Rinaldi in occasione della successiva prova che si svolgerà a Bonn l’11 e il 12 Novembre 2017, ivi convocato tra gli azzurri. Vivissimi complimenti alla società Enel Scherma Lame Azzurre “Maestri Zumbo” ed al carissimo Flavio Zumbo.

A Novara 18 pugliesi tra i Cadetti di spada

Saranno oltre 800 gli atleti impegnati nella prima prova nazionale riservata ai Cadetti di spada in programma nel fine settimana a Novara. Di questi, 18 sono pugliesi: 10 nel tabellone maschile, 8 in quello femminile. Nel primo caso i nostri rappresentanti saranno Filippo Scialanga del Club Scherma Bari, Samuele Erriquez, Pietro Rinaldi, Federico Alfonso Rodia e Mattia Sicoli delle Lame Azzurre Brindisi, Antonio Bottalico, Michele Pio Castignano, Pierluca Di Palma e Berardino Pio Giordano dell’Accademia Re Manfredi e Giorgio Lombardi del Club Scherma Lecce. Nel tabellone femminile ci saranno Saba Maiorano del Club Scherma Bari, Maria Chiara Ingrosso, Chiara Maria Maestoso ed Arianna Saracino delle Lame Azzurre Brindisi, Ludovica Montinaro, Letizia Orlando, Alice Rita Spagnolo e Liliana Verdesca del Club Scherma Lecce. A tutti un grosso in bocca al lupo!

Abbiamo 49 visitatori e nessun utente online

Partner