NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google"). Google Analytics utilizza dei "cookies", che sono file di testo che vengono depositati sul computer del navigatore per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web da parte dell'utente (compreso il suo indirizzo IP) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare l'utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non assocerà l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'utente può rifiutarsi di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul proprio browser, ma ciò potrebbe impedirgli di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web. Utilizzando il presente sito web, l'utente acconsente al trattamento dei suoi dati da parte di Google per le modalità e i fini sopraindicati.
Modalità del trattamento
I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.
Diritti degli interessati
I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l'origine, verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione o l'aggiornamento, oppure la rettificazione (art. 7 del d.lgs. n. 196/2003). Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento.

immagine non disponibile
immagine non disponibile
immagine non disponibile
immagine non disponibile
Slider

Master, successi di Lattanzio e Lo Muzio a Conegliano

La prima prova stagionale del circuito Master, disputata a Conegliano Veneto, è stata prodiga di successi per la scherma pugliese grazie alle vittorie della fiorettista Maria Grazia Lattanzio del Daunia Fencing Club e della sciabolatrice del Circolo Schermistico Dauno Gabriella Lo Muzio nonché al terzo posto nella sciabola maschile di Carlo Nicastro, anch’egli del Circolo Schermistico Dauno, di Laura Lotti del Club Scherma Taranto nel fioretto femminile e di Aurelia Anna Tranquillo del Circolo Schermistico Dauno nella sciabola femminile. Maria Grazia Lattanzio ha dominato la categoria M2 travolgendo in semifinale Roberta Pasi (Lodetti Milano) per 10-1 ed in finale Enza Saracino del Club Scherma Torino per 10-2. Altrettanto autorevole l’affermazione di Gabriella Lo Muzio nella sciabola M2: dopo aver sconfitto 10-3 Monica Stocco delle Lame Gialloblu, in finale ha superato Costanza Drigo delle Lame Tricolori per 10-6. Nella sciabola maschile M2 Carlo Nicastro ha esordito in tabellone battendo 10-3 l’altro pugliese Claudio Cacciapaglia dell’Accademia Scherma Lecce (che ha chiuso al 15° posto) poi ha regolato 10-7 Antonio Luzzo dell’Accademia Lame Romane ma in semifinale si è arreso a Stefano Lanciotti del Club Scherma Roma col punteggio di 10-8. Domenica nel fioretto femminile M0 Laura Lotti (che nella spada aveva chiuso al 25° posto) ha battuto nei quarti Federica Ingenito del Verne Roma per 10-5 ma in semifinale si è fermata sul 10-6 con Paola Quadri (Scherma Bergamo), poi vincitrice della gara. Sviluppo analogo per Aurelia Anna Tranquillo nella sciabola femminile M0: vittoria per 10-3 su Greta Tamosiunaite del Frascati Scherma e stop all’ultima stoccata in semifinale con la vincitrice della gara Martina Pregnolato delle Lame Gialloblu. Applausi a scena aperta per i nostri Master per l’ottimo debutto stagionale sulle pedane venete da parte del Presidente Matteo Starace e del Consiglio pugliese!

Cadetti, a San Severo Marco Mastrullo sfiora l’impresa; bene Martina Giancola e Davide Cicchetti

Grande spettacolo al Palazzetto Oberdan Marchegiani di San Severo per la prima prova nazionale Cadetti di sciabola. La rassegna si è aperta sabato con l’affermazione nel tabellone femminile di Lucia Stefanello (Petrarca Scherma) che ha battuto in finale Michela Landi del Club Scherma Napoli col punteggio di 15-9. Sul terzo gradino del podio Carlotta Fusetti, anche lei del club patavino, ed Alessia Piccoli (Scherma Ariccia). Molto buona la performance dell’atleta di casa Martina Giancola: ottava dopo la fase a gironi, la sciabolatrice del Club Scherma San Severo – al primo anno della categoria - ha sconfitto nettamente Mary Valfrè del Circolo Schermistico Mazarese per 15-4 e Giulia Iervasi della Fides Livorno per 15-5 ma negli ottavi viene fermata sul 15-8 da Carlotta Fusetti e chiude al decimo posto. Approda al tabellone principale anche Eliana Nappi del Circolo Schermistico Dauno battendo 15-13 Giulia Benedetta Secchi (Società del Giardino Milano) ma si ferma per mano di Noemi Monaldi della Fides Livorno che si impone 15-9. Le altre pugliesi in gara erano Aleida Didonato e Giada Palumbo del Circolo Schermistico Dauno e Nilde Specchio, Rossella Aurora Tursi ed Arianna Rita Catanzaro della Scherma Trani. La seconda giornata di gare ha visto il successo nel tabellone maschile di Alessandro Conversi del Club Scherma Roma che in finale ha avuto la meglio per 15-9 sul foggiano Marco Mastrullo del Circolo Schermistico Dauno, sostenuto dal caloroso tifo del pubblico sanseverese. Al terzo posto ex aequo Leonardo Tocci (Frascati Scherma) e Francesco Sarcinella (Club Scherma Roma). Mastrullo ha esordito in tabellone regolando 15-13 Edoardo Orlandi del Club Scherma Varese poi ha messo in riga Raffaele Vinti del Discobolo Sciacca per 15-3, il compagno di club Davide Cicchetti per 15-11, Marco Galetti del Champ Napoli sempre per 15-11 ed in semifinale il romano Francesco Sarcinella per 15-13. Quinto posto per il campione europeo in carica Emanuele Nardella del Circolo Schermistico Dauno che dopo aver travolto 15-4 Riccardo Nariuzzi del Cus Padova, 15-3 Federico Traversa del Club Scherma Torino e 15-4 Claudia Guardalà del Circolo Schermistico Mazarese, nei quarti di finale è stato fermato proprio dal futor vincitore Conversi che si è imposto col punteggio di 15-10. Nono Davide Cicchetti – al primo  anno della categoria - che, prima di essere stoppato da Mastrullo nel derby targato Circolo Dauno, aveva chiuso la fase a gironi al secondo posto e poi battuto 15-6 Tommaso Pietromarchi (Società del Giardino Milano) ed Alfredo Sibillo del Champ Napoli all’ultima stoccata. Accedono al tabellone principale anche Francesco Daniel Mascolo della Scherma Trani (25°) e Arnaldo Piserchia del Circolo Schermistico Dauno (32°). Gli altri pugliesi in gara erano Matteo Samuele Masi del Club Scherma San Severo, Nicola Pio Guascito, Andrea Guida, Vincenzo Cannelonga, Davide Ricciardi ed Alessandro Minna del Circolo Schermistico Dauno, Gabriele Vetturi, Marco Rutigliano, Alessandro Chieppa, Massimo Toscano e Pietro Fabiano della Scherma Trani. La Federscherma era rappresentata dal Vice Presidente Giampiero Pastore. A tutti i nostri, al bravissimo Marco salito sul podio ed all’organizzazione dell’evento, il plauso e l’abbraccio del Presidente del Comitato Regionale della Federscherma Puglia Matteo Starace a nome di tutti i Consiglieri!

Giampiero Pastore: “San Severo promossa a pieni voti!”

Mancano poco meno di nove mesi all’inizio dei Giochi Olimpici di Tokyo ma la scherma italiana guarda già a Parigi ’24 e Los Angeles ’28. Nella prima prova nazionale Cadetti disputata a San Severo abbiamo ammirato quelli che saranno i grandi protagonisti della sciabola azzurra nel prossimo futuro: ne è fermamente convinto il Consigliere federale Giampiero Pastore. «La forza di una federazione – dichiara – è proprio nei giovani. Poter annoverare atleti di primo piano già in questa fascia d’età è un vanto che dobbiamo al forte impegno dei Maestri e delle Società. Siamo proiettati alle Olimpiadi ormai imminenti ma bisogna anche guardare oltre e, grazie al lavoro delle diverse realtà operanti sul territorio, possiamo affermare che il nostro settore giovanile è in forte crescita sia da un punto di vista quantitativo che qualitativo. La sciabola, in particolare, è un’arma in grande fermento che sta raccogliendo risultati importanti sia a livello degli Assoluti che nelle varie categorie giovanili: ma dietro questi successi, come dicevo prima, c’è il grande lavoro dei Maestri che permette a tante società di emergere ed affermarsi». La gara Cadetti di sciabola è stata per San Severo una lieta conferma: «Questa è una piazza – conclude Pastore – che si è sempre dimostrata puntuale ed affidabile grazie a un ottimo comitato organizzatore che, forte della decennale esperienza maturata con la gara nazionale Under 14, ha confermato le sue qualità anche in questa gara Cadetti. Per l’occasione è stata individuata una nuova location, rappresentata dal Palazzetto Oberdan Marchegiani, che ha risposto perfettamente alle nostre esigenze e quindi come Federazione Italiana Scherma siamo pienamente soddisfatti!». Il Presidente Matteo Starace, anche a nome del Consiglio pugliese, ringrazia il campionissimo Giampiero Pastore che, da tempo, ha concretamente dimostrato notevoli doti dirigenziali.

Sottocategorie

Abbiamo 165 visitatori e nessun utente online

Partner