NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google"). Google Analytics utilizza dei "cookies", che sono file di testo che vengono depositati sul computer del navigatore per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web da parte dell'utente (compreso il suo indirizzo IP) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare l'utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non assocerà l'indirizzo IP dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google. L'utente può rifiutarsi di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul proprio browser, ma ciò potrebbe impedirgli di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web. Utilizzando il presente sito web, l'utente acconsente al trattamento dei suoi dati da parte di Google per le modalità e i fini sopraindicati.
Modalità del trattamento
I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.
Diritti degli interessati
I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l'origine, verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione o l'aggiornamento, oppure la rettificazione (art. 7 del d.lgs. n. 196/2003). Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento.

immagine non disponibile
Slider

FOGGIA, IL PRESIDENTE DEL CONI GIOVANNI MALAGÒ IN VISITA AL CIRCOLO SCHERMISTICO DAUNO

Il Presidente del Coni Giovanni Malagò in visita al Palazzetto della Scherma, casa del Circolo Schermistico Dauno. Il massimo dirigente dello sport italiano, atteso in serata al Teatro Umberto Giordano per un incontro organizzato dal Rotary Club Umberto Giordano, ha espressamente voluto incontrare i rappresentanti del club foggiano rimanendo positivamente impressionato dalla struttura di Via Carlo Baffi. A fare gli onori di casa il presidente del Circolo Schermistico Dauno Antonio Tanzi; oltre ai dirigenti, allo staff tecnico e agli atleti del glorioso sodalizio pugliese, erano presenti il Presidente del Comitato Regionale Matteo Starace con il vice presidente Roberto Lippolis, il Presidente della Commissione Immagine Renato Martino e Luigi Roca, componente della Commissione di Garanzia federale e della Commissione Disciplinare della Federazione Internazionale. Con grande disponibilità Malagò si è concesso all’immancabile rito dei selfie, dedicando particolare attenzione agli atleti più piccoli e ai paralimpici, oltre ad un breve incontro con la stampa. «Sin dall’inizio del mio mandato – ha dichiarato – fa parte della mia agenda scendere almeno una volta alla settimana sul territorio per incontrare le eccellenze dello sport italiano, perché una cosa è conoscerle per sentito dire e ben altro è toccare con mano le nostre realtà. E devo dire che Foggia dispone di una struttura per la scherma che dal punto di vista architettonico e funzionale è davvero straordinaria e che in altre città neppure sognano. Avere realizzato questo polo di eccellenza è un dato dalla fortissima rilevanza sociale e culturale, tanto più importante perché purtroppo sappiamo come tutto questo al Sud sia ancora più difficile. Per questo motivo voglio esprimere la mia gratitudine ai dirigenti del club e alle famiglie degli atleti: purtroppo scontiamo il gravissimo problema della carenza dello sport nelle scuole e senza questi presidi la situazione sarebbe ancora più drammatica. Lo sport è lo strumento che deve portare nel Mezzogiorno una nuova generazione di impianti sportivi: c’è fame di queste strutture perché si avverte sul territorio una forte domanda di sport». Ancora, il Presidente del Coni traccia un quadro incoraggiante in prospettiva futura: «Nel panorama dello sport italiano la scherma rappresenta un capitolo a parte: le proiezioni che stiamo compiendo nell’ottica del quadriennio olimpico lasciano molto ben sperare e i risultati dei recentissimi Mondiali Giovani e Cadetti di Verona lo dimostrano. Questa disciplina, che si fa apprezzare per la costanza di risultati ad alto livello, ha un futuro assicurato e questo lo si deve in primo luogo al lavoro svolto in ambito federale e dalle Società operanti sul territorio. In ogni caso lo sport italiano gode di ottima salute: gli indicatori sono tutti in crescita, sia per quanto riguarda il numero di tesserati che per i risultati di vertice, e i dati delle Olimpiadi estive ed invernali lo dimostrano. Il Coni riassume in sé, ad oggi, ben 387 discipline sportive diverse: nessun altro comitato olimpico può vantarne così tante. Questo accade perché noi italiani siamo poliedrici e sappiamo ottenere risultati di assoluta eccellenza. Nella scherma siamo i primi al mondo ma in generale ci collochiamo nella top ten dello sport a livello mondiale: un dato in controtendenza rispetto ad altri settori della vita del Paese». Per finire, chiude con un impegno nei confronti del Circolo Schermistico Dauno: «Prometto di perorare la causa della Stella d’Oro al merito sportivo per questa società, che dal 1961 è un punto di riferimento per la diffusione della cultura sportiva nel territorio di Capitanata».

Da Foggia un abbraccio ai piccoli protagonisti di domani

In una fase regionale di Coppa Italia che ha presentato diverse novità, quella più accattivante è stata sicuramente l’organizzazione di una prova riservata al gruppo Preagonistico, ovvero Prime Lame ed Esordienti (classi 2008 e 2009) ed ambito Promozionale per i nati nel 2010, 2011 e 2012,  in tutte e tre le armi, svoltasi parallelamente alle gare dei “grandi”. E la partecipazione, sia in termini numerici che sotto il profilo dell’entusiasmo, è stata notevole: ben 64 i piccoli schermidori che hanno provato l’emozione dei primi approcci con la pedana, in rappresentanza di nove Società di tre diverse regioni. Sono stati 35 nel fioretto, 23 nella sciabola e 6 nella spada. Di seguito i loro nomi, accomunati in un unico applauso. Nella sciabola Esordienti e Prime Lame ci sono Alessandro Di Nardo, Antonio Forchignone, Federico Francavilla, Simone Giarnera, Pietro Gianni Mastrolitto, Giancarlo Montagano, Miryam Palmieri, Valerio Piserchia, Zsolt Federico Rubano e Stefano Vigliotti del Circolo Schermistico Dauno, Antonio Ciccone del Club Scherma San Severo, Giorgia Gasbarrino e Fabio Pertinger dell’Accademia Scherma Campobasso, mentre nel gruppo Promozionale figurano Giuseppe Colanardi, Federico Gesualdi, Eugenio Pontone ed Antonio Pozzuto del Circolo Schermistico Dauno e Domenico Montagano, Nicol Bentivoglio, Leonilda Buenza, Sofia Rosa Di Maria, Maria Antonella Fiore ed Alessandra Guglielmi del Club Scherma San Severo. Gli Esordienti/Prime Lame di spada sono stati Martina Marra del Club Scherma Taranto, Gabriele Didonna dell’Accademia Re Manfredi, Lucio Pio Caterina, Luca Pertinger, Giovanni Petrella ed Antonio Pisapia dell’Accademia Scherma Campobasso. Il gran numero di iscrizioni nel fioretto ha portato invece a quattro elenchi distinti: nel promozionale femminile troviamo Sara Balsamo del Club Scherma Bari ed Elena Campanella, Giorgia Candela, Dora Taronna e Francesca Torres del Circolo Schermistico Dauno. I loro coetanei in campo maschile sono stati Giuseppe Longo e Nicolò Giulio Panza del Club Scherma Bari, Nicolò Berlingerio, Matteo Lo Iacono, Gennaro Ottieri e Samuele Tiralosi per il Circolo della Scherma Brindisi, Antonio Capozzi, Angelo Di Gianni, Giulio Di Noce, Lorenzo Mariano e Leonardo Schiavone del Circolo Schermistico Dauno, Francesco Di Napoli e Giuseppe Steduto dell’Accademia Re Manfredi e Luca Borgese dell’Accademia Scherma Termoli. Le Esordienti/Prime Lame sono state Giada Russi del Circolo della Scherma Brindisi, Giulia La Marca e Marianna Taronna del Circolo Schermistico Dauno, Noemi Ciuffreda e Livia Scaringelli dell’Accademia Re Manfredi e Linda Straziuso della Schermistica Lucana Potenza mentre nei gironi maschili erano presenti Davide Annichiarico, Andrea Carnimeo e Francesco Quartulli del Club Scherma Bari, Davide Calianno, Ivan Corsa e Angelo Gabriele Perugino del Circolo della Scherma Brindisi, David Venturini del Circolo Schermistico Dauno, Luca Dimattia dell’Accademia Re Manfredi, Giandomenico Nardozza della Schermistica Lucana Potenza e Rocco Nuonno dell’Accademia Scherma Termoli. Per tutti c’è stato un piccolo premio a ricordo di una giornata che sicuramente non dimenticheranno! Il Presidente ed i Consiglieri pugliesi sottolineano con particolare orgoglio che sono stati organizzati nell’anno in corso ben tre eventi Promozionali e Preagonistici, ovvero il futuro della scherma!

Fase regionale di Coppa Italia, tutti i qualificati

La fase regionale di Coppa Italia disputata a Foggia sulle pedane del Circolo Schermistico Dauno ha visto la partecipazione di 15 società provenienti da tre diverse regioni. Il consistente numero di iscrizioni ha suggerito al Comitato Organizzatore di spalmare l’evento su due giorni di gare. Il programma si è aperto con le prove di sciabola: in campo femminile si è imposta Serena Pia D’Angelo del Circolo Schermistico Dauno su Roberta Ciffo del Club Scherma San Severo, sul podio anche Emanuela Caricchia (Scherma Trani) e Sara Maggio (Club Scherma San Severo); completa il lotto delle qualificate l’altra tranese Chiara Crocetta. In campo maschile affermazione di Marco Domenico Pellegrino della Scherma Trani che in finale prevale su Emanuele Nardella del Club Scherma San Severo; gli altri due saliti sul podio, Michele La Vacca del Club Scherma San Severo e Carlo Nicastro del Circolo Schermistico Dauno, sono altrettanto qualificati per la fase nazionale. Doppietta delle Lame Azzurre Brindisi nella spada con Chiara Spedicato e Samuele Di Coste. Sul secondo gradino del podio femminile Deborah De Carolis della Scherma Trani, terzi a pari merito Violeta Ramirez Peguero del Club Scherma Bari e Carla Marta De Sicot delle Lame Azzurre Brindisi; staccano il pass per la qualificazione anche Myriam Lucrezia Lecito (Club Scherma Taranto), Liliana Verdesca (Club Scherma Lecce), Chiara Maria Maestoso (Lame Azzurre Brindisi) e Saba Maiorano (Club Scherma Bari). Nel tabellone maschile, piazza d’onore per Vito Capuano del Club Scherma Bari e terzo gradino per Vincenzo Santilio del Club Scherma Taranto e Giorgio Lombardi del Club Scherma Lecce; gli altri qualificati pugliesi sono Antonio Salatino, Federico Alfonso Rodia e Samuele Erriquez delle Lame Azzurre Brindisi, Corrado Verdesca del Club Scherma Lecce, William Venza e Dario Grassi del Club Scherma Taranto, Spiridione De Martino, Luigi Anastasia e Filippo Scialanga del Club Scherma Bari. Hanno ottenuto il pass Domenico Di Giorgio e Marco Catto, entrambi del Circolo Schermistico Matera, per la Basilicata; per il Molise Marco Pertinger dell’Accademia Scherma Campobasso e Luca Massaro dell’Accademia Scherma Termoli. Nel fioretto si impone Laura Lotti che in una finale targata Circolo Schermistico Dauno batte la compagna di club Ludovica Di Mola; Valeria Salvia e Giulia Calabrese della Schermistica Lucana sono le lucane. Nel maschile infine successo di Francesco Fiore del Club Scherma Bari su Marco Virgilio del Circolo Schermistico Dauno, mentre ottengono il lasciapassare per la fase nazionale anche i terzi classificati Manuel Molfetta (Circolo della Scherma Brindisi) e Aristide Ferrante del Circolo Schermistico Dauno; Antonio Albano e Riccardo Bochicchio della Schermistica Lucana sono i due qualificati per la regione consorella. Il Consiglio Pugliese auspica il massimo impegno per la Coppa Italia nazionale

Fase Regionale di Coppa Italia, tutti i qualificati

Scherma pugliese in festa: Raffaele Minischetti campione del mondo!

Scherma pugliese in festa per la medaglia d’oro conquistata da Raffaele Minischetti ai Campionati del Mondo Giovani e Cadetti in corso di svolgimento a Verona! L’atleta in forza al Club Scherma San Severo ha conquistato il prestigioso alloro nella gara di sciabola a squadre per la categoria Under 20: il quartetto azzurro, composto anche da Alberto Arpino, Matteo Neri e Giacomo Mignuzzi, ha esordito in tabellone regolando Porto Rico con un perentorio 45-25 nei sedicesimi di finale; negli ottavi è stata la volta del Canada, superato per 45-32, poi è arrivato l’accesso alle semifinali con un altro 45-25 a spese della Polonia; il combattuto successo per 45-39 sugli Stati Uniti ha spalancato alla Nazionale guidata dal Commissario Tecnico Giovanni Sirovich le porte della finale contro la Russia dell’iridato nella prova individuale Konstantin Lokhanov, battuta all’ultima stoccata al termine di una strepitosa rimonta. Raffaele Minischetti in particolare è stato grande protagonista nel vittorioso assalto contro la Polonia portando a casa un eccellente +13, frutto del parziale di 5-2 inflitto a Karol Lademann e dei rotondi 5-0 rifilati a Cezary Bialecki e Piotr Szczepanik. Visibilmente emozionato dopo la premiazione, Raffaele Minischetti ha così commentato la sua performance nella quale ha dimostrato sangue freddo: «Ho avuto il coraggio di provare le azioni senza temporeggiare e così le stoccate sono arrivate una dopo l’altra: per me e i miei compagni è una gioia immensa!». Dal Presidente Matteo Starace e da tutta la Puglia schermistica, un caloroso abbraccio e le più vive felicitazioni al neo campione del mondo Raffaele Minischetti!

A Brindisi la scherma pugliese piazza la quarta Stoccata per la Vita

Dopo Bari, Lecce e Manduria il progetto “Una stoccata per la vita – Fencing for Change” approda anche a Brindisi in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “John Kennedy” del Rione Casale. Il protocollo d’intesa sottoscritto lo scorso mese di giugno dal Comando Militare Esercito “Puglia”, dal Comitato Regionale Federscherma Puglia, dalla Conferenza Episcopale Pugliese, dall’Università degli Studi “Aldo Moro” e dall’Ufficio Scolastico Regionale con il patrocinio della Regione Puglia, della Città di Bari e della Coni Puglia, ha finora coinvolto circa 600 studenti delle scuole pugliesi in un progetto che ha lo scopo di diffondere gratuitamente la pratica della scherma in quanto strumento di convivenza civile, mezzo di inclusione sociale e veicolo di valori fondamentali come l’educazione al rispetto delle regole.

Leggi tutto: A Brindisi la scherma pugliese piazza la quarta Stoccata per la Vita

Abbiamo 105 visitatori e nessun utente online

Partner